Avviare un commercio elettronico: cinque consigli pratici

Aprire un negozio online

Come avviare un e commerce in mondo intelligente

Quali sono i migliori step per affrontare un progetto di vendita online in un qualsiasi mercato?
Cinque consigli utili pratici e reali per affrontare in mondo intelligente il commercio elettronico.

e-commerce-felicePremesso che una buona parte dei progetti e-commerce fallisce dopo pochi mesi e che al nostro numero verde continuano ad arrivare chiamate di persone che non sanno, dopo avere messo on line il loro bel sito e-commerce, per quale motivo il progetto non decolla ecco alcuni piccoli suggerimenti strategici.

Obiettivo vedere clienti felici perchè il mondo dell’e-commerce attualmente sta crescendo tantissimo e abbiamo casi concreti di aumenti dal 30 al 110% dei fatturati. Scopri alcuni piccoli consigli. Le informazioni che pubblichiamo sono solo una piccola parte delle metodologie che insegnamo ai clienti per sviluppare un e-commerce di successo da 0 a 2 milioni di €!

1)      Analizzare /Conoscere il mercato
Sei sicuro/a che ci sia il giusto numero di acquirenti potenziali? Mi è capitato in alcune analisi effettuate che i numeri (le ricerche online) non fossero sufficienti a coprire i costi. Quindi il mercato potenziale era rappresentato da una nicchia troppo piccola.

2)      Conoscere la Concorrenza
Prima di affrontare un progetto è importante sapere quanto vendono i concorrenti. Per tale motivo numeri alla mano riuscirò a determinare quale possa essere il punto di arrivo o di saturazione del mio e-commerce. Quante vendite fa il mio concorrente diretto? Prima di investire in un progetto e-commerce saperlo è davvero utile.

3)      Determinare le visite per conoscere le vendite
Prima di iniziare devo sapere con un buon margine di precisione quante visite mi occorrono per effettuare una vendita. Perché ogni visita, soprattutto quando un e-commerce è nuovo, ha un costo. Il costo è determinato dall’azione pubblicitaria che mi permette di portare il cliente potenziale a trovare i miei prodotti/servizi.

4)      Determinare la reiterazione delle vendite
Sapere se un cliente acquisterà una volta o dieci nell’arco di un anno è fondamentale. Perché il costo di acquisizione del cliente sarà suddiviso nel numero delle vendite. Questo numero serve a determinare i budget di investimento pubblicitario. Perché senza pubblicità sarà impossibile vendere

5)    Determinare il ROI: il ritorno dell’investimento
A questo punto ho in mano i numeri per determinare se il mio progetto è fattibile, ha un ROI (ritorno dell’investimento) e se io sono in grado di affrontare tutte le difficoltà. Se ho pochi soldi da investire, come dico spesso ai miei clienti e non ho la forza sufficiente per fare decollare il mio e-commerce allora è meglio “prendere quei soldi ed andare in vacanza”!

CONCLUSIONE
E il sito? Bè solo dopo avere in mano i numeri inizierò  a pensare a come strutturare il sito, a quale dominio farò riferimento, quale sarà il mio software e agli step che servono ad attuare il progetto e-commerce. Questo è solo lo studio di fattibilità economica, senza il quale, sarà come andare a fari spenti nella nebbia per vedere quanto è facile… fallire!

Sei interessanto ad aprire un e-commerce?

E’ il momento giusto di iscriverti al nuovo corso di formazione e-commerce
Scoprirai tecniche metodi e trucchi utilizzati dai migliori e-commerce.

Autore: Massimo Tegon

Altri articoli che ti potrebbero interessare

17 maggio 2013
Magento Store manager
lascia un commento

Lascia un commento

numero verde
numero verde
Commercio on line è un'idea di Marketing Informatico srl
Partita Iva e Codice F. 03570700405 - info@commercio-on-line.com
Numero Verde 800 031945